Orsaraweb

LOVE IS THE ENGINE OF THE WORLD

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

Orsara Jazz 2016

  • PDF

L’Orsara Jazz è tornato. Dal 28 al 31 luglio 2016, il Jazz Festival più longevo della Puglia vivrà la sua ventiseiesima stagione. Tornano anche i seminari internazionali e il Summer Camp giunto alla sua dodicesima edizione. “Possiamo ben dire che il ‘miracolo’ si ripete, superando difficoltà di ogni tipo”, ha dichiarato Michele Ferrara, presidente dell’associazione Orsara Musica. Saranno 4 giorni di musica, di interazioni e di scambi fecondi, con i partecipanti ai seminari, i docenti e gli artisti che saliranno sul palco di Largo San Michele. “Il dodicesimo Orsara Jazz Summer Camp e il ventiseiesimo Orsara Jazz Festival rivivono grazie alla sensibilità straordinaria di artisti, tecnici, volontari che consentono la permanenza di un avamposto di creatività, dove nascono progetti musicali originali e si valorizza il percorso di nuovi talenti”, ha aggiunto Michele Ferrara. “Siamo felici di questo ritorno”, ha detto il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. “Anche quest’anno, come accade da sempre, l’Amministrazione comunale ha dato tutto il proprio sostegno affinché l’Orsara Jazz possa continuare a essere ciò che è stato da quasi 30 anni a questa parte: una straordinaria occasione di crescita e di futuro, per tutti”. Dopo un anno di stop, il Festival tornerà a caratterizzare la parte centrale dell’estate orsarese. “E’ così”, ha spiegato Rocco Dedda, vicesindaco con delega alla Cultura. “Questo è un evento culturale di spessore internazionale. E’ un orgoglio per il nostro territorio. Abbiamo lavorato tanto affinché si riuscisse a ripartire grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e Orsara Musica”.

 

I SEMINARI INTERNAZIONALI. Sono aperte le iscrizioni per partecipare al Summer Camp, seminari internazionali di musica jazz che si terranno a Orsara dal 28 al 31 Luglio 2016. Quattro giorni di full immersion fra lezioni di strumento, musica d'insieme, combo, masterclass, laboratori durante il giorno, jam session ed esibizioni nel corso delle serate presso il Jazz Club. Oltre 10 ore di lezioni al giorno con musicisti di livello internazionale coordinati dal direttore Lucio Ferrara, docente di chitarra originario di Orsara, ma da anni diviso tra gli States e l'Italia, tra concerti ed insegnamento. Le lezioni quest'anno coinvolgeranno: Antonio Ciacca (piano), Mara De Mutiis (canto jazz), Tommaso Scannapieco (basso), Pasquale Fiore (batteria), Michele Corcella (masterclass in composizione e arrangiamento), Daniele Scannapieco (contrabbasso) e Lucio Ferrara (chitarra).

Ciò che ha spinto gli organizzatori a riprendere il discorso interrotto è stata la richiesta degli stessi allievi ed ex-allievi dei seminari, i quali hanno votato l'Orsara Jazz Summer Camp tra i primi dieci seminari estivi in Italia in un sondaggio della più importante rivista italiana del settore, JazzIt. Il Summer Camp riparte, dunque, ispirandosi all'eroe Ulisse, simbolo per eccellenza del ritorno, della nostalgia per la propria patria, ma simbolo anche di una rinascita, frutto del cambiamento.

Quattro giorni di jazz, quattro serate di grande musica: è quasi finito il conto alla rovescia per il ritorno dell’Orsara Jazz. La 26esima edizione del Festival, dal 28 al 31 luglio, dopo un anno di stop, tornerà a far vibrare strade e piazze del paese dell’Orsa. I concerti, ai quali si potrà assistere gratuitamente, saranno ospitati nell’arioso incanto del Cortile del Palazzo Baronale. Giovedì 28 luglio a tenere la scena saranno i seminari internazionali del Summer Camp e la jam session con la House band di Alessio Busanca piano, Eugenio Venneri bass e Francesco Alemanno drums.

VENERDI’ 29 LUGLIO, ARGO’S DREAM. Sarà una formazione inedita, venerdì 29 luglio, a inaugurare la serie dei concerti: alle 21.30, spazio ad Argo’s Dream con Lucio Ferrara (chitarra), Antonio Ciacca (eccezionalmente all’organo Hammond), Pasquale Fiore (batteria) e Daniele Scannapieco (sax).

SABATO 30, SIREN FOLK SONGS. Sabato 30 luglio alle 21.30, in prima esecuzione assoluta, la scena sarà appannaggio assoluto del Siren Folk Songs, un lavoro di riscrittura e arrangiamento di Michele Corcella per quartetto archi e ensemble jazz di canti popolari della tradizione orsarese. Con Corcella (chitarra) saranno sul palco Strings Quartet feat, Domenico De Biase e l’ensemble composto da Daniele Scannapieco (sax), Michele Sannelli (vibrafono), Alessio Busanca (piano), Tommaso Scannapieco (basso) e Pasquale Fiore (batteria).

DOMENICA 31, IL GRAN FINALE. Domenica 31 luglio, infine, si comincerà alle 20 con il concerto finale degli studenti della Summer Camp. A seguire, Telemaco’s Machine, una reunion del gruppo di allievi che si esibì nel 2008 presso la Cantina Bentivoglio di Bologna (Mino Lanzieri alla chitarra, Fabrizio Scarafile sax, Giampaolo Laurentaci, contrabbasso e Francesco Pennetta alla batteria).

Per l’ascolto dei concerti sarà utilizzato un sistema audio innovativo in modalità surround (in partnership con Mastering.it audio labs) il tutto abbinato ad una degustazione di eccellenze gastronomiche orsaresi dello chef Peppe Zullo per esaltare il gusto e fondere le differenti esperienze sensoriali. Tutte le sere Jam session con la House band di Alessio Busanca piano, Eugenio Venneri bass e Francesco Alemanno drums.

LA QUALITA’ OLTRE I NUMERI. Dal 1990 ad oggi, l’Orsara Jazz ha ospitato più di 1000 artisti che si sono esibiti, complessivamente, davanti a oltre 300mila spettatori per circa 2mila ore di concerti coinvolgendo musicisti e visitatori provenienti da oltre 50 paesi del mondo. In 12 edizioni, i seminari internazionali hanno visto la partecipazione di circa 1000 allievi provenienti dai cinque continenti. Quest’anno il festival torna nel segno di Ulisse, del ritorno del jazz a Itaca/Orsara, con formazioni inedite e lavori originali. Ulisse è simbolo del ritorno ma anche della ricerca della propria identità, della rigenerazione, dell’esperienza dello sradicamento, della dislocazione, che cambia per sempre lo sguardo di chi la vive. Un’edizione particolare che fa della creatività, dell’innovazione e delle idee il punto di forza.